Preaload Image
05 Feb

Un lavoro impossibile

“Se dovessimo paragonarlo a un lavoro, perché di questo si tratta, il momento del colloquio, quel singolo atto sessuale, è certamente piacevole.
Ma poi si è assunti per allevare un figlio.


Ci sono intermezzi meravigliosi, ma l’essenza del contratto è semplice: una delle parti prende, l’altra dà.
È un lavoro per cui non si riceve lo stipendio, solo una fattura, ed è bene essere preparati per la botta: avrete speso più di 220.000 dollari prima ancora dei prestiti per l’università.


Il contratto non prevede giorni di mutua né di vacanza, ed esige una reperibilità permanente la notte e i weekend.
Per giunta, una corretta esecuzione dell’incarico implica vivere in uno stato di preoccupazione costante.


Eppure migliaia di persone ogni giorno accettano di svolgere questo lavoro.
Dev’esserci una buona ragione per farlo.”



E voi, vi rispecchiate nelle parole di John Medina? Scrivetecelo nei commenti! 💬

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.